VISITA IL NUOVO SITO NEWS:
www.giovannicasetta.it

FOTOGRAFIA

GREG GORMAN a Salaprove
Mostra e workshop

Nell'occasione del "Da Sodoma a Hollywood" - Torino International Gay & Lesbian Film Festival e di Torino Pride 2006, Meetwork propone una mostra personale di Greg Gorman, che presenterà una settantina di immagini selezionate dall'archivio del celebre fotografo, tra ritratti delle celebrità del mondo del cinema, dell'arte, dello spettacolo e nudi maschili e femminili. L'inaugurazione, che dà l'avvio ufficiale alle attività di Meetwork a Torino, si terrà alla presenza di Greg Gorman, a Torino per far parte della giuria del Festival.

Mercoledì 19 aprile 2006 alle 19
nello spazio Salaprove in via Quittengo 35/A

Nei giorni successivi, Greg Gorman, terrà un workshop rivolto a un ristretto numero di selezionati partecipanti, sul ritratto in studio.

La mostra sarà aperta fino al 27 aprile con ingresso gratuito.

L'evento è organizzato da Meetwork, con la collaborazione del Torino International Gay & Lesbian Film Festival, di ARTèVISION, di PhotoiKon, di ZUMA [photo+grafica].


Per tutte le informazioni sulla mostra, sul workshop e su
Salaprove: Meetwork mob. 347 80 36 061

Come arrivarci:
· Via Quittengo 35/A è su Torino Tuttocittà  - Tavola 15
· Tram e Bus n. 18 – 2 fest. – 75 (fermata Bologna/Pacini)
· Circoscrizione 6

SALAPROVE

Salaprove è uno spazio nuovo in città, al servizio delle attività culturali per ogni loro espressione. Situato nella Circoscrizione 6, in Via Quittengo 35/A, adiacente a via Bologna, offre per la sua dimensione ottimale (400 mq.) possibilità multifunzionali, trasformandosi in area espositiva, sala per prove teatrali, spazio attrezzato per incontri e manifestazioni di ogni tipo.

Salaprove occupa un edificio indipendente all'interno del complesso operativo del Gruppo Bodino, affiancata, strutturalmente e nella logistica, dalle aree uffici, laboratori, falegnamerie e magazzini.

La gestione di Salaprove e delle sue attività è affidata alla Meetwork srl, società che ha per scopo l'ideazione e la realizzazione di eventi nel campo della comunicazione.

L'attenzione che Meetwork intende riservare al settore delle attività culturali, oggi si concretizza in una prima risposta all'esigenza principale dei molti operatori: spazi per la produzione culturale, spazi per la sua diffusione.
Luisella d'Alessandro




GREG GORMAN
Come ritrattista e fotografo di personaggi celebri, Greg Gorman ha pochi rivali. Di lui hanno scritto che sa eguagliare l'algido rigore dei ritratti di Clarence Bull, la sfrenata inventiva di Annie Leibowitz e la pungente precisione di Richard Avedon; e che sa concentrare tutto questo in una sola immagine. Gorman ha dato a Christian Slater la stanca serietà di James Dean, ha messo in posa Sharon Stone a gambe all’aria con un sigaro in bocca e ha creato il ritratto perfetto di John Waters - un primo piano dei baffetti del regista, arricciati in un sorriso ironico.

Nato a Kansas City, Missouri, nel 1949, Gorman scopre la sua vocazione dopo avere scattato alcune foto ad un concerto di Jimi Hendrix. Studia fotogiornalismo e consegue una laurea in cinematografia. Nel 1990, dopo 20 anni di attività, pubblica il suo primo libro, Greg Gorman Volume One, in cui dimostra appieno la sua qualità di ritrattista e di fotografo di nudo. Il Volume Two (1992) è incentrato sul tema del nudo, mentre Inside Life, una raccolta di 199 immagini tra il 1968 e il '96, esalta la varietà della sua fotografia. A questi fanno seguito Perspectives (per Leonardo Arte), As I See It, fino all'imminente Just Beetween Us.

Molte ed articolate le mostre, importanti e prestigiosi gli interventi formativi, attraverso conferenze, seminari e workshop presso Accademie, Università e Istituzioni culturali in tutto il mondo.

Gorman, fotografo di celebrità, ha svelato nuove sfaccettature della personalità di attori come Leonardo di Caprio, Richard Gere, Bette Midler e molti altri. Anche i ritratti degli artisti sono inconsuetamente rivelatori. Il suo Andy Warhol appare come una pop star new wave o un giovane attore in carriera.


I nudi maschili e femminili, particolarmente i ritratti in studio, sono capolavori di perfezione formale, mentre in altre riprese Gorman ci fa vedere il corpo in modo nuovo, come in un trio di figure maschili, quasi danzanti in un deserto al tramonto, o in Swimming Pool Study, del 1991, un nudo che sembra dissolversi nell'acqua sotto gli strati di luce riflessa.

Il lavoro di Greg Gorman manifesta un'estetica fortemente seduttiva, un'assoluta perfezione di proporzioni ed uno speciale senso dell'emozione nello svelare qualcosa di nuovo all'interno del consueto. Di questi ritratti è stato detto che "il loro fascino sta nella capacità di svelare la personalità intima del personaggio pur mantenendo intatto il fascino del suo immaginario". In questo svelare la verità Gorman trasporta l'osservatore in un mondo in cui bellezza e glamour sono la natura delle cose.

www.gormanphotography.com


mazzart | marco fadda | ernesto curiale | tony vercelli | back
giovanni casetta
studio key
Link: Fotografi italiani | Musei Fondazioni Torino | Logo design: www.logocom.it

Art News - Notizie ed eventi nel mondo dell'arte